warning icon
YOUR BROWSER IS OUT OF DATE!

This website uses the latest web technologies so it requires an up-to-date, fast browser!
Please try Firefox or Chrome!

Olimpiadi, Wimbledon, Europei di calcio e Coppa America sono un bacino di papabili sposi senza limiti: ragazzi tra i 20 ed i 35 anni anni si sfidano a colpi di estro e bravura ma, anche loro, cercano l’anima gemella.
Accade a volte però che tra un allenamento ed un gara, ci sia la necessità di seguire i preparativi, o peggio, dover sospendere l’attività sportiva per il benedetti Sì.

MATRIMONIO E SPORT: QUANDO L’AMORE INCONTRA L’IMPREVEDIBILITÀ DELLA COMPETIZIONE

Capita nella vita di questi sportivi di rpendere impegni, programmandoli co i calendari delle competizioni, come ai comuni mortali capita di programmare il amtrimonio in un giorno confacente alle esigenze, spesso lavorative.

DOMINIKA CIBULKOVA: O MI SPOSI O GIOCHI WIMBLEDON

Mar 23, 2016; Key Biscayne, FL, USA; Dominika Cibulkova hits a backhand against Johanna Larsson (not pictured) during day two of the Miami Open at Crandon Park Tennis Center. Cibulkova won 4-6, 6-1, 6-2. Mandatory Credit: Geoff Burke-USA TODAY Sports

Trovarsi a scegliere tra un matrimonio da celebrare ed un’avventura a Wimbledon da prolungare. Per più di una settimana, la mente di Dominika Cibulkova è stata inondata da pensieri relativi ad un bivio di tale portata. Con le nozze già programmate da tempo in concomitanza con le ultime fasi dello Slam londinese, ma con un percorso che ha superato le aspettative iniziali, l’eventualità di spostare la data fatidica era diventata decisamente concreta. Finchè, oggi pomeriggio, non è arrivata la certezza di quale sarà il suo futuro a breve termine.

A deciderlo è stata Elena Vesnina, che nel match odierno valido per i quarti di finale ha estromesso la tennista slovacca dal torneo dell’All England Club. Un ko che fa male, vista la semifinale contro SerenaWilliams ormai sfumata, ma che trova un’ottima consolazione nel fatto di non dover stravolgere i programmi circa il matrimonio. Il 9 luglio, dunque, Dominika convolerà a nozze con il suo storico compagno Miso Navara, nella città di Bratislava, come da impegni presi ben nove mesi fa. Nessun rischio di vederla in un’altra cattedrale, quella del tennis, nella finale femminile che si disputerà proprio sabato.

Ironia della sorte, Wimbledon è proprio lo Slam in cui la Cibulkova ha storicamente ottenuto i risultati meno incoraggianti della sua carriera. Nulla di paragonabile alla finale dell’Australian Open del 2014, persa contro Na Li, almeno fino all’edizione di quest’anno. Solo in un’altra occasione, nel 2011, la slovacca è riuscita ad arrivare ai quarti di finale, uscendo di scena contro Maria Sharapova, poi finalista sconfitta da Petra Kvitova.

Evidentemente, non aveva fatto i conti con un eventuale miglioramento di quel risultato, ipotesi scongiurata dalla Vesnina. Il doppio 6-2 incassato dalla russa, quindi, le permetterà di non pagare una penale per le nozze rinviate e, in una visione molto cinica dell’eliminazione, il suo futuro marito potrà pensare ad un celato atto d’amore a discapito di una delle corone più prestigiose della racchetta femminile internazionale.

Chissà se, in questo modo, la sua carnefice riuscirà a guadagnare anche un invito al matrimonio dellaCibulkova. Rimane il rammarico per aver interrotto una cavalcata finora impeccabile, ma l’ipotesi di un successo contro Serena Williams, ancor prima di arrivare nella finale di sabato, era già da considerarsi molto probabile. Toccherà alla Vesnina, quindi, contenderle il pass per l’ultimo atto del terzo Slam stagionale: da buona rivelazione della manifestazione inglese, è pronta a sovvertire il pronostico della vigilia e cominciare a pensare seriamente a ciò che potrebbe accadere fino al weekend.

“FRATELLO MI SPOSO IL 6 LUGLIO CI SEI?” “SI TRANQUILLO, TANTO NON ARRIVERÒ MAI IN SEMIFINALE AGLI EUROPEI”

GunterStrana vicenda per Chris Gunter, difensore del Galles: il fratello si sposa il giorno della semifinale con il Portogallo, lui parteciperà via Skype.
Quante volte ci è capitato di dover disdire un impegno a causa di un evento imprevisto che rovina tutti i piani? Quando questo evento prende il nome di semifinale dell’Europeo allora non si può proprio fare nulla, anche se per il matrimonio di un fratello un rimedio si deve pur trovare.

E’ lo strano caso di Chris Gunter, difensore del Reading e del Galles che domani sarà impegnato nella semifinale contro il Portogallo: lo stesso giorno si sposa però il fratello, cerimonia a cui lui avrebbe dovuto partecipare come testimone.

Lo straordinario cammino dei britannici ha però cambiato tutti i piani di Gunter, che per non perdersi il lieto evento si affiderà ad internet: come riportato dai media gallesi infatti, parteciperà tramite una videochiamata su Skype, dove farà il discorso di rito e gli auguri ai neo sposi.

CONVOCAZIONE IN NAZIONALE INASPETTATA: SCAPPO DAL RITIRO E MI SPOSO!

BenassiUna convocazione inaspettata non gli farà rinviare il giorno più bello della sua vita, nè mandare a monte l’esperienza in Azzurro. Marco Benassi certo non si aspettava che sarebbe rimasto nel giro dell’Italia fino a questo punto, quando ha organizzato il matrimonio religioso con la sua metà, Giuseppina Longobardi, già sposata due anni fa in comune a Modena (i due hanno pure un figlio, Alessandro).

Invece in fretta e furia la mezzala granata ha dovuto chiedere un permesso speciale al ct Antonio Conte per convolare a nozze, venerdì. Ventiquattro ore di libertà, con morigerati festeggiamenti, prima di tornate in ritiro sabato prossimo e riaggregarsi ai compagni di Nazionale con cui sta preparando l’Europeo.

Benassi infatti fa parte delle tre “riserve” (con lui il compagno di club Zappacosta e Rugani) che partiranno per Montpellier e che rientreranno a tutti gli effetti in gioco in caso di infortuni nel gruppo dei 23 selezionati ufficiali.

RISPONDI

loading
×